ALLERTA IDROGEOLOGICA PER TEMPORALI E PIOGGE DIFFUSE

AGGIORNAMENTO DEL 21/10/2019 ALLE ORE 14.00

Dalle ore 13 di oggi è cessato lo stato di allerta arancione.

 

ATTENZIONE:

Ordinanza numero 27 del 20/10/2019.

https://www.servizipubblicaamministrazione.it/servizi/saturnweb/Dettaglio.aspx?Pub=20126&Tipo=37&CE=ln661

ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE – PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI ALLA ALLERTA METEO DEL 20 E 21 OTTOBRE 2019

 

IL SINDACO 

 

DATO ATTO che è l’autorità comunale di protezione civile in base alla L. 225/92 e, sulla base del Piano Comunale di Emergenza elaborato in funzione delle criticità specifiche del proprio territorio: 

  • informa in tempo utile la cittadinanza, attiva la sorveglianza del territorio attraverso il presidio territoriale delle zone a elevata predisposizione al dissesto idrogeologico o ad alta pericolosità idraulica e dei punti critici riportati nella pianificazione comunale di emergenza; 
  • attiva la Fase Operativa del proprio comune in funzione dell’evento previsto e/o in atto ed espleta le attività di prevenzione, soccorso e superamento dell’emergenza tramite le strutture comunali, con particolare riferimento al Volontariato locale di Protezione Civile e/o al proprio Centro Operativo Comunale (COC). 

PRESO ATTO che: 

  • la Regione Liguria – Settore Protezione Civile – con nota numero 2019-053 – ha emanato allerta idrogeologica per temporali e idrogeologica/idraulica per piogge diffuse e lo ha reso noto con messaggio emesso alle ore 12:37 e pubblicato sul sito ARPAL Regione Liguria -  www.allertaliguria.gov.it -  il 20/10/2019 alle ore 12:45; 
  • con detto messaggio viene disposta l’attivazione delle procedure di protezione civile in ordine allo scenario di allerta arancione per piogge diffuse e temporali dalle ore 13:00 del 20 ottobre alle ore 14:59 del 21 ottobre 2019, relativamente ai bacini piccoli (<15 km2) liguri marittimi A fra i quali è compreso il territorio comunale di Loano; 
  • dal predetto messaggio è altresì emersa la raccomandazione di attivare le procedura di protezione civile ovvero ogni misura volta alla salvaguardia di persone e cose;  

DATO ATTO che: 

  • il Comune di Loano è stato individuato sede di COM di Protezione Civile; 
  • su invito del Prefetto, in caso di allerta, i Sindaci del COM si coordinano anche nel caso in cui il COM non venga formalmente attivato; 
  • i Sindaci del COM si consultano – tra l’altro – sull’ipotesi della chiusura delle scuole, considerando che alcune di esse sono di riferimento per l’intero territorio e studenti e personale delle scuole fanno parte di diversi Comuni; 

RITENUTO opportuno pertanto salvaguardare la pubblica incolumità anche limitando le occasioni di spostamento sulla compromessa viabilità del territorio per diminuire per quanto possibile la circolazione veicolare e pedonale, riducendo così il rischio al quale le persone possono essere sottoposte in conseguenza degli scenari di cui trattasi e ripristinare, al termine dell’allerta, le migliori condizioni possibili di viabilità; 

VISTO il piano di protezione civile; 

PRESO ATTO dello Statuto Comunale e dei regolamenti locali applicabili; 

RICHIAMATO il D.Lgs. 267/2000, e. s.m.i.; 

RICHIAMATA la Legge n° 241 del 07.08.1990 e s.m.i. (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi); 

RICHIAMATO il D.Lgs. n° 97 del 25.05.2016 (Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della Legge 06.11.2012, n° 190 e del D.Lgs. 14.03.2013, n° 33, ai sensi dell’art. 7 della Legge 07.08.2015, n° 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche); 

PRESO ATTO dello Statuto Comunale e dei regolamenti locali applicabili; 

RICHIAMATI 

  • il D.Lgs. 267/2000, e. s.m.i.; 
  • la Legge n° 241 del 07.08.1990 e s.m.i. (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi); 
  • il D.Lgs. n° 97 del 25.05.2016 (Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della Legge 06.11.2012, n° 190 e del D.Lgs. 14.03.2013, n° 33, ai sensi dell’art. 7 della Legge 07.08.2015, n° 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche); 
  • il Regolamento 679/2016 UE “Regolamento generale sulla protezione dei dati”, nonchè il D.Lgs. 196/2003, come modificato dal D.Lgs. n. 101/2018; 

 

ORDINA 

a partire dalle ore 13:00 di oggi, 20/10/2019 e per tutta la durata dell’allerta meteorologica, il cui termine è ora previsto per le ore 14:59 del 21/10/2019 e fatte salve eventuali proroghe: 

  • la sospensione di ogni manifestazione straordinaria a carattere commerciale, sportiva o del tempo libero, svolgentesi in area pubblica, previste nel territorio comunale; 
  • la sospensione di tutte le attività di commercio su area pubblica; 
  • la sospensione di tutte le attività in programma presso luoghi o strutture comunali anche se precedentemente autorizzate, escluse le attività istituzionali; 
  • la chiusura al pubblico di tutte le strutture di proprietà comunale, anche se concesse a privati o associazioni, destinate a costituire naturale centro di aggregazione della popolazione (ad es. impianti sportivi, sale mostre, auditorium, aree cimiteriali, centri civici, parchi gioco etc.); per le aree cimiteriali sarà garantito il mero accoglimento della salma, qualora le condizioni meteorologiche in atto al momento dell’arrivo permettano tale attività senza porre in pericolo l’incolumità dei cittadini e/o degli operatori cimiteriali; 
  • la sospensione dell’eventuale attività didattica (anche di recupero) di tutte le scuole ed istituti scolastici, sia pubblici che privati, di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido nonché i campi solari comunali e privati, se attivi, ubicati sul territorio comunale; 
  • la chiusura al pubblico di tutte le attrazioni di spettacolo viaggiante presenti sul territorio comunale; 
  • l’attivazione del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile; 
  • l’attivazione della Squadra Intercomunale di Protezione Civile e delle squadre di protezione civile convenzionate con il Comune; 
  • il divieto di utilizzo dei sottopassi pedonali; 
  • il divieto di sostare a piedi o con veicoli sui ponti di torrenti o rivi;  

INFORMA 

che nei casi di accertata violazione di quanto imposto al punto precedente sarà notiziata l’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 c.p., oltre l’applicazione delle sanzioni amministrative previste dal quadro normativo vigente 

TRASMETTE 

copia di questa ordinanza sarà trasmessa, preferibilmente per via telematica, a: 

  • Prefettura/UTG Savona; 
  • Regione Liguria – Centro Funzionale Meteo-Idrologico di Protezione Civile 
  • Dirigenti del Comune di Loano, per la puntuale esecuzione di quanto disposto al punto nonchè per gli ulteriori adempimenti di rispettiva competenza secondo quanto previsto dal Piano di Protezione Civile e documenti di programmazione comunale 
  • Stazione Carabinieri del Comune di Loano; 
  • Dirigenti scolastici; 
  • Presidenti delle Associazioni sportive interessate; 
  • Organi di stampa 
  • dispone che il dispositivo di questa ordinanza sia inoltre portato a conoscenza della Cittadinanza per mezzo dei consueti canali di comunicazione 

INVITA 

la popolazione tenersi informata e a seguire le prescrizioni delle autorità locali di protezione civile ai seguenti indirizzi internet www.comuneloano.ithttp://www.allertaliguria.gov.it/ e a limitare gli spostamenti, se non strettamente necessari. 

DISPONE 

la comunicazione della presente ordinanza tramite pubblicazione sul sito comunale e secondo quanto previsto nel Piano di Protezione Civile. 

AVVERTE 

ai sensi del quarto comma dell’articolo 3 della legge 7 agosto 1990, n. 241 (Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi), che avverso il presente provvedimento è ammesso : 

  • ricorso giurisdizionale al T.A.R. di Genova ai sensi degli articoli 29 e 41 del D.Lgs. 02.07.2010, n° 104 e ss. mm. entro il termine di 60 giorni dalla data di scadenza del termine di pubblicazione ove previsto dal regolamento comunale ovvero da quello in cui l’interessato ne abbia ricevuta la notifica o ne abbia comunque avuta piena conoscenza; 
  • ricorso straordinario al Presidente della Repubblica per i motivi di legittimità entro 120 giorni decorrenti dal medesimo termine di cui sopra ai sensi dell’articolo 8 del D.P.R. 24.1.1971, n. 1199. 

IL SINDACO  

Per il Sindaco, il Vice Sindaco Rag. Luca Lettieri. 

Dettagli

Date:
venerdì 18 ottobre 2019
lunedì 21 ottobre 2019