CIE: la ricevuta vale come documento di riconoscimento

Quando fai la richiesta della Carta di Identità Elettronica (C.I.E.), ti viene rilasciata una ricevuta.

In attesta del ritiro, conservala con cura e portala sempre con te, perché  – come stabilito dal Ministero dell’Interno – puoi usarla come documento di riconoscimento.
La ricevuta vale anche nei casi di “reale e documentata urgenza” (motivi di salute, partecipazione a concorsi e gare pubbliche).

Per l’autenticità della ricevuta della richiesta della C.I.E. puoi utilizzare Ve.DO, app sviluppata dal Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano per la verifica della ricevuta rilasciata al cittadino al completamento della pratica di richiesta della C.I.E..
L’applicazione esegue la scansione ottica del codice QR presente sulla ricevuta C.I.E. e ne verifica l’autenticità dandone riscontro sul display dello smartphone insieme ai dati del titolare. Inoltre, l’applicazione consente al possessore di verificare lo stato di lavorazione della propria C.I.E..