Back on top

Tutti a scuola in bici

Il Comune di Loano aderisce all’iniziativa nazionale “Tutti a scuola in bici!” promossa dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per celebrare la “Giornata mondiale della bicicletta” del 3 giugno.

Da mesi FIAB e la Società Italiana di Pediatria ribadiscono l’importanza di questa buona pratica per alunni, studenti e famiglie. Non soltanto perché la mobilità ciclistica rende le città e le aree vicine agli istituti più sicure e vivibili. In un’epoca in cui si parla tanto di salute e prevenzione, pedalare rappresenta un’abitudine quotidiana fondamentale.

Purtroppo la grande maggioranza dei bambini non ha oggi il diritto di andare a scuola con le proprie gambe, a differenza dei loro coetanei europei, anche quelli di paesi dai climi particolarmente rigidi. La nuova sensibilità sul tema salute imposta dal Covid19 può essere occasione per cambiare abitudini sbagliate e dannose per i nostri figli. E sono i medici ad affermarlo prima ancora di FIAB.

Ricorrere a mezzi di trasporto sostenibili per gli spostamenti quotidiani  rappresenta una scelta consigliabile sotto tanti punti di vista. Muoversi a piedi o in bici invece che in auto o sui mezzi a due ruote non solo fa bene alla salute, ma permette anche di ridurre l’inquinamento atmosferico, il traffico e quindi il caos urbano. Senza contare che, con l’arrivo della bella stagione, fare una camminata o una ‘pedalata’ in più è anche piuttosto piacevole.

Perciò il Comune di Loano ha deciso di aderire all’iniziativa della FIAB per incentivare tra i nostri ragazzi l’uso della bici quale mezzo di trasporto per raggiungere la scuola, non solo nella giornata del 3 giugno, ma ogni volta che questo sia possibile.

Nella nostra città la cultura dell’andare a scuola in modo eco-sostenibile è una pratica ormai consolidata e apprezzata, come confermano i numeri in costante crescita del progetto Pedibus. Da diversi anni Loano ottiene la Bandiera Gialla che la FIAB assegna ai ‘Comuni Ciclabili’ che promuovono politiche per l’incentivazione della mobilità in bicicletta”.